Sarah Applebaum


Sarah Applebaum, Phantasmagoria, 2006
Sarah Applebaum, The Pile Installation, 2006
Sarah Applebaum, Geometric Felt Fabric, 2008

Sarah Applebaum, artista americana – vive a San Francisco – lavora all'uncinetto.
Questa tecnica di lavoro a maglia permette, diversamente dalla maglia ai ferri, una crescita proliferante: è possibile lavorare dall'alto verso il basso, ma anche dall'interno verso l'esterno; si possono produrre manufatti piani, così come concavi e convessi, curvi...
Con l'uncinetto solitamente si realizzano coperte a pattern, così come bamboline per far giocare i bambini. È tradizione usare filati diversi, rimasti da altri lavori. Resti di lana, di colore e spessore differente. Ha perciò una evidente connotazione di umiltà, è un'arte del riciclo, familiare, affettuosa.
I manufatti di Sarah Applebaum proliferano come alghe, funghi e licheni. I colori sono gioiosi e temerari.


Sarah Applebaum, American artist – lives in San Francisco – crochets.
This embroiery technique allows, unlike knitting, a proliferating growth: the work can develop from the top to the bottom, but also from the inside toward the outside; you can produce flat artefacts , as well as concave and convex, curved ...
With the crochet we realize usually pattern blanket, as well as dolls for children. It is traditional to use different spuns left from other works.
Remains of wool of different colors and thickness. The work of Sarah Applebaum has a clear connotation of humility, it is an art of recycling, familiar, affectionate.
It proliferates as algae, fungi and lichens. The colors are joyful and fearless.


Images: Sarah Applebaum